Comuni a Due Passi da Siena

Nei pressi di Siena si trovano alcuni borghi ricchi di fascino e storia che sono assolutamente da visitare se si soggiorna per qualche tempo nella città del Palio. Si tratta di località a meno di un’ora dal capoluogo senese da vedere in una giornata per un giro turistico più veloce o da esplorare in più giorni per un visita più attenta e approfondita. Scopriamo quali sono e quali meraviglie offrono al viaggiatore. Intanto prenota con noi la tua vacanza per visitare Siena e dintorni (v. sezione booking sito).

 

MONTERIGGIONI

Per visitare l’intero borgo di Monteriggioni bastano pochi minuti, si tratta però di un’esperienza che risulta memorabile per tutti coloro che scelgono il piccolo borgo senese. Si tratta di un luogo magico, una sorta di castello incantato che resta impresso nella memoria dei viaggiatori, a partire dalle 14 suggestive torri che incorniciano il borgo. Le famose torre di Monteriggioni sono intatte dal Medioevo – quando furono costruite per difendere e proteggere gli abitanti del luogo – e da allora conservano un fascino riconosciuto da tutti coloro che scelgono il borgo senese come tappa del loro viaggio in Toscana.

 

PIENZA

Pienza è considerata l’incarnazione dell’utopia rinascimentale della città ideale. Realizzata come la conosciamo oggi per volere di papa Pio II, che volle ripensare il borgo natale affidandone la ristrutturazione a Bernardo di Matteo Gambardelli detto il Rossellino, allievo del famoso Leon Battista Alberti, la cittadina è situata nel cuore della Val D’Orcia ed è dal 1996 sito Unesco. Le prospettive geometriche, le impressionanti volumetrie della Cattedrale e del palazzo Piccolomini, il disegno degli spazi del vecchio borgo medievale rappresentano notevole testimonianza del genio architettonico dell’epoca.

 

MONTEPULCIANO

Montepulciano è famosa per il vino a cui dà il nome, sorge su un colle a 600 metri sul livello del mare ed offre un panorama mozzafiato di verdi colline, coltivazioni di olivi e filari di vigne, file di cipressi che incorniciano l’orizzonte. Dalla Torre del Palazzo rinascimentale di Montepulciano è possibile scorgere i Monti Sibillini e il Cimone, quando l’aria è particolarmente limpida è possibile intravedere anche il Gran Sasso d’Italia in Abruzzo. Il centro storico è un concentrato di eccellenze architettoniche medievali e rinascimentali. All’esterno delle mura si trovano la Chiesa di Sant’Agnese con il portale gotico originale, la Fortezza medicea del Sangallo e la trecentesca porta di Gracciano ristrutturata da Sangallo agli inizi del 1500, da cui si accede al caratteristico centro storico. Fuori dal centro cittadino, verso le pendici del colle di Montepulciano, al centro di uno spazioso e verdeggiante prato, si trova la Chiesa di San Biagio, capolavoro di Antonio da Sangallo considerato il punto più alto dell’architettura rinascimentale.

 

SAN GIMIGNANO

La fisionomia di questa cittadina medievale che oggi attira migliaia di turisti da tutto il mondo è quasi identica alla San Gimignano delle origini. Questo perché nel 1282 il governo cittadino promulgò una legge che impediva di abbattere le case se non per costruirne di più belle e di lì a un secolo San Gimignano avrebbe raggiunto il suo massimo splendore. Oggi restano solo 13 delle 72 torri costruite nel Medioevo, tuttavia l’impressione per chi arriva alle pendici di San Gimignano è di grande impatto scenografico e l’effetto panoramico estremamente suggestivo.

Leave a Comment