Terre di Siena

Con Terre di Siena si indicano tutti i territori che abbracciano la città di Siena e che da tempo immemore incantano viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Si tratta di terre che accolgono col fascino del passato e la meraviglia di valli, colline, boschi e crete, si fanno amare per i caratteristici filari di vigne e olivi nonché per la straordinaria tradizione enogastronomica.

Visitando queste zone resterete colpiti dalla bellezza di eremi, pievi e borghi ma anche dai boschi solcati da corsi d’acqua e dai numerosi itinerari immersi nel verde, tra riserve naturali e terme. L’enorme patrimonio culturale della regione si concretizza attraverso bellezze architettoniche da togliere il fiato: dall’abbazia cistercense di San Galgano a Chiusdino, luogo carico di mistero e suggestioni, all’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore ad Asciano, luogo ricco di storia e spiritualità. Tra calanchi e dolci colline si trovano numerosi centri di origine medievale, come Buonconvento, Monteroni d’Arbia, San Gimignano, Monteriggioni e molti altri, ma sono presenti anche insediamenti di origine estrusca, come Murlo e Sovicille.

Ogni area geografica della provincia senese ha caratteristiche e peculiarità che la distinguono dalle altre pur appartenendo allo stesso contesto.

La zona del Chianti, i suoi vini e la civiltà contadina da cui ha origine accolgono i visitatori con l’armonia di vigneti e olivi. Da visitare le località di Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Gaiole e Radda in Chianti.

Nella Val d’Elsa, terra fatta ad arte e di arte, si possono godere panorami bucolici di stupefacente bellezza ed esplorare borghi medievali raffinati e suggestivi. Da visitare Colle val d’Elsa, Casole d’Elsa, Monteriggioni, Poggibonsi, Radicondoli, San Gimignano e le sue torri.

La Val di Merse e l’omonimo fiume si offrono alla vista in tutta la loro accecante bellezza rurale con paesaggi incontaminati e sapori genuini. Da visitare Chiusdino, Monticiano, Murlo, Sovicille.

Il territorio delle Crete Senesi prende il caratteristico nome dalla creta, argilla, che dà il tipico colore grigio al terreno. In questa parte della Toscana vigne e oliveti lasciano il posto a campi di grano e file di cipressi, casolari isolati e le caratteristiche grance, fabbricati con funzioni di magazzino e granaio. Da visitare Asciano, Buonconvento, Monteroni d’Arbia, Rapolano, San Giovanni d’Asso

Autentico scrigno di natura e paesaggi, la Val d’Orcia accoglie alcuni dei centri storici più interessanti del Senese e dell’intera Toscana. Castelli, borghi, torri e monasteri isolati completano il quadro di una terra affascinante. Da visitare Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, Radicofani, San Quirico d’Orcia.

L’Amiata è la zona montana per eccellenza, terra di funghi e castagne è un antico vulcano addormentato che conserva calore ed energia. I sapori e i colori della montagna offrono ai viaggiatori vere prelibatezze, dalla carne di cinta senese al pecorino dell’Amiata. Da visitare Abbadia San Salvatore, Castiglione d’Orcia, Piancastagnaio, Radicofani.

La Val di Chiana è una grandissima pianura fertile su cui si affacciano Lazio, Umbria e Toscana. Caratterizzata da coltivazioni d’eccellenza come l’ulivo e la vite e da produzioni agroalimentari di altissimo livello tanto da essere diventate simbolo della zona e dell’intera regione, dal Nobile di Montepulciano alla Chianina. Da visitare Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda.

Leave a Comment